IL BOSCO DEGLI GNOMI a ZONE

La favola inizia proprio in quel di Zone dove abita un artista singolare, conosciuto da tutti come il ''Rosso'' (all'anagrafe Luigi Zatti). La sua sensibilità artistica nonché la sua fantasia lo hanno portato nel mondo degli antichi abitatori del bosco: gli gnomi. Pare che questi dopo un incontro ravvicinato gli abbiano sussurrato in un orecchio il desiderio di essere per mano sua, sentinelle visibili del loro meraviglioso bosco.



I tronchi di alcuni alberi intagliati, con le radici ancorate al terreno, sono stati trasformati in tanti personaggi meravigliosi e fantastici. Un esercito di sentinelle composto per lo più di gnomi innamorati, mamme prosperose, patriarchi e grosse matrone, ma anche orsi, lupi, leprotti, ranocchi, volpi e gatti e persino Pinocchio vengono ammessi a guardie del posto

Percorrendo questa strada si è investiti da fantastiche emozioni, continuando nel bellissimo bosco popolato e ammirando la meravigliosa storia illustrata, chi è più sensibile ed accorto può sentire anche ciò che loro si raccontano. Nel magico bosco la salita non pesa più, né a grandi né a piccini e magari può anche capitare di vedere il simpatico ''Rosso'' artista all’opera, che armato degli arnesi del mestiere trasforma i tronchi in sentinelle.
Se amate le ambientazioni fiabesche, non potrete fare a meno di andare alla scoperta di questo curioso luogo affacciato sul Lago d'Iseo. E' il Bosco degli Gnomi e si trova a Zone in provincia di Brescia. Passeggiando lungo l'antica strada che dal comune di Zone raggiunge il Monte Guglielmo incontrete gnomi e altri personaggi fiabeschi. Il bosco incantato è l'opera di un artista locale conosciuto come il Rosso di Zone. Secondo quanto si racconta, pare che l'uomo abbia incontrato gli gnomi e che questi gli abbiano raccontato il desiderio di diventare sentinelle del bosco.
L'uomo spinto da questa rilevazione, iniziò il suo lavoro trasformando tronchi e pietre nelle meravigliose creature che oggi abitano il bosco. Le sculture sono in tutto 44.
COME ARRIVARE AL BOSCO DEGLI GNOMI - Lungo la statale 510 a Marone, raggiungete il bivio di Zone tra Sulzano e Pisogne. Percorrete la strada Valeriana che conduce al monte Guglielmo, fino a Goi de la Tromba.